Progetti

Perché è importante progettare

In questa sezione sono presentate le principali scelte didattico-progettuali del nostro Istituto.
Per arricchire l’offerta e migliorare la qualità del servizio scolastico, i progetti didattici già sperimentati con esiti positivi gli scorsi anni, vengono riproposti ed integrati con nuovi percorsi formativi.
I progetti intendono integrarsi con il programma curricolare e porsi come l’inizio di un percorso di ricerca-azione che ogni singola classe potrà autonomamente proseguire.

Attraverso i progetti, la didattica tradizionale, si arricchisce di:

  • nuovi contenuti e approfondimenti
  • spunti necessari a preparare gli alunni ad affrontare compiti reali
  • percorsi che conducano ai traguardi di sviluppo delle competenze
Le 8 competenze chiave di cittadinanza
  • Comunicazione nella madrelingua.
  • Comunicazione nelle lingue straniere.
  • Competenza matematica e competenze di base in scienza e tecnologia.
  • Competenza digitale.
  • Imparare ad imparare.
  • Competenze sociali e civiche.
  • Spirito di iniziativa e imprenditorialità
  • Consapevolezza ed espressione culturale.

 

INFANZIA

“MANINE COLORATE”
Questo progetto educativo – didattico è un vero tuffo nel mondo dei COLORI viste le infinite possibilità che questo argomento ci permette di realizzare insieme. E’ un percorso che ha come obiettivo principale quello di far conoscere al bambino i colori che ci circondano e come la loro composizione porti ad una classificazione. Il bambino, inoltre, comunica al mondo i propri bisogni, desideri, timori anche tramite l’uso di un altro linguaggio oltre a quello verbale: il linguaggio dei colori!
In questo modo attraverso esperienze dirette e attività di tipo laboratoriale il bambino arricchirà sempre di più la valigia della sua conoscenza!

PRIMARIA

“ESPLORO IL MONDO CON I CINQUE SENSI” 
L’obiettivo principale, in linea con Le indicazioni Nazionali, è stato quello di stimolare la conoscenza della realtà attraverso gli organi di senso stimolando la partecipazione attiva che vede l’alunno al centro del processo d’insegnamento/apprendimento. La didattica è centrata su osservazioni e sperimentazioni valorizzando, in questo modo, l’operatività dei bambini. Il progetto valorizza l’approccio sperimentale alla risoluzione di problemi e ne esalta le potenzialità formative, prevedendo una sequenza di attività in cui l’alunno riflette sulle sequenze e sulle modalità con cui condurre l’esperimento, lo realizza, raccoglie i dati, analizza i risultati e li comunica.  La co-costruzione di conoscenza avviene attraverso una sollecitazione sistematica degli allievi ad esprimere il loro punto di vista e confrontarlo con i compagni, sottoporre a verifica le proprie affermazioni, di accrescere le loro capacità di osservare e di porsi domande e di rapportarsi con gli altri. Le varie attività vengono svolte anche con l’utilizzo di Ipad e Lim. 

“IL PIACERE DI LEGGERE”
Tale progetto viene proposto agli alunni perché acquisiscano il piacere della lettura,  imparino ad apprezzare le emozioni che un buon libro può offrire e custodiscano inoltre  quella piccola parte di bambino che abita nel cuore di ciascuno.
 Tra le varie letture proposte alla classe prenderemo in esame il testo “Il Piccolo Principe”. Leggeremo insieme i vari contenuti, analizzando i vari personaggi ed evidenziando le tematiche quali:  l’amore per l’universo; la sensibilità verso la natura; i sentimenti; il senso della vita.

“RISPETTARE LA NATURA”
Si intende seguire tale progetto poiché è necessario che le generazioni future prendano coscienza del mondo che le circonda, considerando quanto sia importante il rapporto tra la natura e la vita umana: “la natura vive per darci la vita”.
 I contenuti proposti:

  • La bellezza del creato;
  • L’equilibrio naturale;
  • Le risorse disponibili;
  • La difesa dell’ambiente: aree protette;
  • L’inquinamento provocato dall’uomo: i consumi, lo scarto, il compostaggio, la differenziata, il riciclaggio.

“REGIONI D’ITALIA”
Il progetto “Regioni d’Italia” nasce dalla volontà di far conoscere ed apprezzare, a tutti gli alunni della scuola primaria, il nostro patrimonio culturale, ambientale e di tradizioni.
La finalità del progetto prevede di favorire e condurre gli alunni alla scoperta delle regioni dal punto di vista geografico, linguistico, storico-letterario e musicale.
Fra gli obiettivi generali vi sono:
* conoscere le regioni attraverso la ricerca storico- geografico, sociale, linguistico e musicale.
* conoscere le regioni italiane dal punto di vista della tradizione;
* individuare somiglianze e differenze tra le diverse regioni italiane.
Le varie attività di questo progetto sono di carattere interdisciplinare e si svolgeranno durante le ore curricolari dal mese di Gennaio a Maggio 2019.
Le attività principali verteranno, oltre alle ricerche interdisciplinari su: storia, lingua e tradizioni, alla costruzione di un copione teatrale e relativa drammatizzazione finale.
L’esperienza di drammatizzazione, il canto ed il ballo con un approccio ludico, globale ed interdisciplinare, darà loro modo di sviluppare la creatività e la socialità, inoltre rafforzare le potenzialità espressive e comunicative.

“PROGETTO ANIMAZIONE SOCIO-CULTURALE (attività soggetta a contributo)”
Si propone un Laboratorio di Animazione socio-culturale. Il tema suggerito consiste in un percorso dove si considera la convivenza come un processo durante il quale s’impara ad affrontare i conflitti e a superarli positivamente secondo la propria personalità e le proprie aspirazioni.
Il Laboratorio di animazione socio-culturale mira a far maturare nei ragazzi le loro capacità espressive e a far scoprire le loro potenzialità e risorse allenandosi e sperimentando (da qui la scelta della modalità del “Laboratorio”) con l’aiuto dei compagni. Più nello specifico s’intende sviluppare progressivamente le loro capacità di conoscere, riconoscersi e farsi conoscere rispetto alla loro corporeità, alle relazioni con l’altro e con l’ambiente circostante tutto questo anche per facilitare l’integrazione e prevenire il disagio. Gli obiettivi specifici, verificabili periodicamente, si diversificano in base al gruppo-classe  a quanto viene concordato con il docente.
Generalmente le attività possono essere orientate a “costruire” un gruppo e a lavorare sulla sua possibilità di esprimersi in termini di comunità anche quando i suoi membri sono bambini “piccoli”.

SECONDARIA 2°GRADO

“FARE SCIENZA: IMPARARE A SPERIMENTARE”
Il progetto nasce dall’esigenza di vivere le scienze in maniera attiva, osservando e sperimentando quanto si studia sul libro di testo. L’idea è quella di rendere le lezioni più coinvolgenti e partecipate mostrando la vera essenza delle scienze. I ragazzi faranno esperienze di chimica, fisica, biologia e scienze della terra, in classe, ricostruendo per un’ora al mese un ambiente di laboratorio con l’utilizzo di strumenti, reagenti e protocolli sperimentali. Al termine di ogni esperienza redigeranno una relazione ricca di contenuti, schemi, tabelle che descriva in maniera esatta le attività svolte.

“IL CINEMA A SCUOLA”
La scelta di integrare la programmazione disciplinare di Italiano con la proiezione di film deriva dalla consapevolezza che il linguaggio cinematografico possa agevolare l’acquisizione dei contenuti più teorici della materia; d’altro canto, la selezione di film proposta si presta come veicolo ideale per la comprensione della realtà e di alcune problematiche individuali e sociali. La forma espressiva propria del cinema rende possibile un forte coinvolgimento emotivo e consente ai giovani spettatori di sperimentare proiezioni nel vissuto dei personaggi. In questo modo i ragazzi potranno esprimere le proprie emozioni, trasferendole dal piano delle immagini (visione del film) a quello delle parole (produzione di testi, dibattiti).

“PROGETTO CLIL PER LE SCIENZE”
 Il CLIL, content and language integrated learning si traduce come apprendimento integrato di contenuti disciplinari in lingua straniera veicolare.
Il progetto prevede l’acquisizione di competenze riguardo l’apprendimento e la comunicazione di contenuti scientifici in lingua inglese.
Il percorso prevede di :

  • apprendere e potenziare i contenuti scientifici
  • sviluppare le capacità cognitive
  • agevolare la comunicazione in lingua in tutte le sue forme
  • promuovere la conoscenza e lo scambio tra culture diverse

“BULLISMO E CYBERBULLISMO”
Il rapporto tra giovani e tecnologia rappresenta un legame immediato e disinvolto, ma talvolta anche contorto,pericoloso e difficilmente gestibile. All’interno di questa relazione giovani\nuove tecnologie, infatti, possono perpetrarsi atti di prepotenza o esclusione ai danni di utenti che non sempre riescono a raccontare la propria esperienza. Il cyberbullismo rappresenta un fenomeno caratterizzato da azioni volontarie, reiterate e offensive, compiute attraverso l’utilizzo di dispositivi elettronici. Rispetto al bullismo tradizionale, perciò, le prepotenze online possono avvenire in qualsiasi luogo o momento, basta essere connessi. Il bullo virtuale sfrutta la sua presunta invisibilità per adescare la sua vittima, oppure ridicolizzarla e diffondere materiale compromettente (video, foto, parti di chat…). La “protezione” del mezzo informatico amplifica, in realtà, la violenza e l’impatto delle vessazioni psicologiche; inoltre, in questa apparente distanza, le vittime si sentono più sole e i testimoni meno coinvolti e perciò meno responsabili. Una dinamica complessa, fatta di minimizzazione, inconsapevolezza e silenzio, ma per questo ancora più bisognosa di uno spazio di riflessione. A seguito della firma del protocollo d’intesa tra il Miur e la Commissione per i diritti e i doveri di internet (15 ottobre 2016), e in accordo con la scelta di adottare gli iPad come strumento didattico (libri digitali, attività laboratoriali…), nell’ a.s. 2018/2019 si è resa ancora più urgente una riflessione sul corretto uso della tecnologia da parte dei ragazzi.

“IO E I RISCHI”
L’iniziativa educativa Io&irischi, realizzata da Forum ANIA – Consumatori, si rivolge alle scuole italiane per promuovere nelle nuove generazioni una maggiore consapevolezza del rischio e una cultura della sua prevenzione e gestione nel percorso di vita, con un importante obiettivo: educare al rischio per educare al futuro.Il progetto educativo per le scuole secondarie di I grado è centrato sui concetti di rischio, prevenzione e mutualità, e si configura in un percorso di 5 tappe tematiche arricchito ogni anno da un Focus tematico, da sviluppare in classe con una serie coordinata di materiali ludico-didattici, sia per docenti che per studenti. Realizzato in collaborazione con l’Associazione Europea per l’Educazione Economica e l’Università Cattolica del Sacro Cuore, il modulo offre inoltre un Test di valutazione/certificazione delle competenze, predisposto sul modello problem solving Ocse-Pisa.

“GLI UOMINI E LE DONNE DELLA STORIA ”
Il progetto si ripropone di far conoscere ai ragazzi i personaggi più importanti e affascinanti della storia dal punto di vista umano, ricercando i passaggi fondamentali che hanno segnato la vita di queste persone che poi come un effetto domino hanno segnato anche le nostre esistenze. Rendere umani personaggi che altrimenti i ragazzi spesso percepiscono come entità lontane e fittizie. Andando a ricercare vicende personali che hanno influenzato molto più spesso di quanto si crede le loro scelte politiche. Rendendo umani e simili a noi i personaggi che mano a mano ci colpiscono, avviciniamo i ragazzi ad avere un approccio diverso con la materia. Aumentando in loro la consapevolezza che tutto è storia e che tutto può influenzarla.

“PROF MI SCAPPA UNA RIMA ”
Fare poesia consente all’alunno di sentirsi libero di esprimersi in modo creativo, di entrare nel suo mondo immaginario e di portare alla luce un universo di fantasia e immaginazione, forse a lui stesso sconosciuto. I laboratori di scrittura poetica “Prof, mi scappa un verso!”sono stati concepiti come uno strumento per facilitare questa libertà di espressione. L’insegnante parteciperà a questo “gioco delle parole” alla quale tutti possono contribuire in modo diverso.
L’uso creativo della parola si accompagnerà all’approfondimento dell’aspetto “tecnico” della composizione poetica, che servirà ad ampliare maggiormente le possibilità di libertà espressiva. Costruire e smontare i versi permetterà al ragazzo di acquisire le competenze per accostarsi alle opere dei grandi poeti.

“LABORATORIO DI MATEMATICA”
Il progetto prevede tutta una serie di esperienze laboratoriali che hanno come oggetto la matematica. Da esperienze pratiche, quali costruzione di un abaco, rettificazione di circonferenze, realizzazione di solidi, ad esperienze di calcolo grafico digitale tramite l’utilizzo di fogli di calcolo, realizzazioni di grafici 2D e 3D, e simulazioni col software Geogebra. Il progetto prevede anche una sessione di studio da svolgere in gruppi con risoluzione di test invalsi e simulazioni di esame.

“L’ORIENTAMENTO IN USCITA”
L’orientamento è un processo formativo continuo che rappresenta un momento fondamentale in cui l’individuo prende coscienza dei propri punti di forza, allo scopo di affrontare scelte di vita scolastiche che riguarderanno il proprio futuro (professionale e non). Pertanto i docenti, insieme ai genitori, cercano di individuare e valorizzare le motivazioni, le attitudini e gli interessi degli studenti, aiutandoli a scegliere il proprio percorso in modo autonomo e ragionato. Questa complessa serie di valutazioni riguarda la coscienza di sé, l’individuazione delle proprie aspirazioni, la progettazione di un futuro possibile, la consapevolezza delle proprie potenzialità e fragilità. In questo senso, la scuola rappresenta il punto di raccordo delle informazioni provenienti dal mondo esterno, il luogo di rielaborazione e discussione degli input ricevuti e il primo interlocutore per un dialogo fruttuoso. Perciò, ogni anno, il nostro Istituto offre agli alunni della classe terza una serie di attività informative e formative finalizzate a questo scopo.

“LA GAZZETTA DELLA LIPANI”
L’idea di progettare un giornalino scolastico digitale si basa sulla volontà di potenziare le competenze comunicative degli alunni e favorire la loro collaborazione per conseguire un obiettivo comune: produrre testi di vario tipo per raggiungere un pubblico variegato di lettori, dai propri coetanei alle famiglie, dal personale scolastico ai fruitori del nostro sito. I ragazzi si cimenteranno in prove di produzione strutturate secondo varie necessità: descrizioni, riflessioni, relazioni di argomenti di studio, indagini, resoconti di attività scolastiche, attività di scrittura creativa, recensioni di libri o film. Inoltre, saranno coinvolti nella pianificazione del lavoro, dell’attività di revisione e nella gestione della grafica digitale. I docenti coinvolti si occuperanno di affiancare i ragazzi nella selezione dei contenuti da affrontare e di supervisionare il loro lavoro.

“Shera Lab: LABORATORIO TEATRALE/MUSICALE SU TEMI SOCIALI”
Il progetto “Shera Lab”, rivolto a tutti gli alunni della scuola secondaria di primo grado prevede un laboratorio creativo di composizione e rappresentazione teatrale/musicale sul tema del superamento della violenza, prendendo spunto dalla musica e dalla trama della suite sinfonica di Rimskij-Korsakov o altro tipo di composizione o opera musicale. La scelta di quest’ultima è l’aspetto più delicato del progetto e deve essere effettuata in base a criteri che variano secondo gli obiettivi che si vogliono raggiungere e le attività che s’intendono realizzare.
Il Laboratorio prevede, oltre alle lezioni tenute dai docenti di musica, di italiano, di arte e di inglese, altre 4 lezioni in classe tenute da Artisti dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia.
L’ attività proposta verrà svolta dal mese di Gennaio a Maggio 2019 e come obiettivo primario, oltre ad offrire spunti di riflessione aprendo al dialogo intergenerazionale, pone la possibilità di monitorare il processo educativo ed ottenere eventuali modifìche significative nei comportamenti.
Il progetto si propone:
* di aiutare gli alunni a conoscere e riconoscere i comportamenti lesivi del rispetto di genere, della dignità e individualità o delle persone nella quotidianità;
* di consentire alle ragazze ed ai ragazzi di elaborare il proprio vissuto quotidiano ed acquisire la capacità di rispettare se stessi e gli altri, di accettare le diversità, di riconoscere la violenza in tutte le sue forme (verbale, fisica, emotiva, psicologica) per evitare di agirla e subirla.
Il laboratorio si concluderà con una rappresentazione teatrale/musicale presso l’Accademia di musica S. Cecilia di Roma.

“LA GIORNATA DELL’ARTE”
Il progetto prevede l’organizzazione di una intera mattinata completamente dedicata all’arte. Gli alunni, sotto la guida dei loro docenti, allestiscono uno spazio espositivo con le loro opere grafiche, pittoriche e scultoree. Le opere realizzate in classe durante l’anno vengono esposte perché le famiglie possano apprezzarle e valorizzarle. La fase di allestimento della manifestazione richiede un grande lavoro di selezione e di organizzazione degli spazi espositivi. La giornata punta a mettere in risalto le capacità e i talenti che i ragazzi maturano nel corso della loro crescita espressiva.

“LA GIORNATA DELLO SPORT”
Una giornata tutta incentrata sulla cultura dello sport. I ragazzi divisi in squadre, dall’infanzia alle medie, vengono coinvolti in pratiche sportive di livelli diversificati e appropriati all’età per sperimentare: il piacere per il movimento, lo spirito di squadra e quella cultura sportiva fatta di divertimento, benessere, sacrificio e rispetto delle regole. Percorsi con prove miste, staffette, tornei di calcetto, atletica e fitness. Queste e molte altre le discipline sportive protagoniste.